+39 366 2745728 info@elytomasin.it

Studio grafico di materiale per la stampa

Che si tratti di immagine coordinata o di materiale promozionale, l’aspetto grafico non dev’essere sottovalutato.

La prima impressione che si ha quando prendiamo in mano un biglietto da visita, un volantino, un depliant o quando guardiamo un cartellone pubblicitario è determinante per stabilire se sia di nostro interesse o meno. Si tratta per lo più di un processo inconscio ma funziona esattamente così: se qualcosa non ci piace non lo consideriamo degno della nostra attenzione.

Quindi possiamo pretendere che i nostri clienti, o potenziali clienti, siano attratti da noi se ci presentiamo loro in modo grossolano e brutto?
La grafica ci viene in aiuto perché ci permette di “disegnare” l’abito adatto ad ogni occasione, in base al target al quale ci si rivolge, al mezzo di diffusione che conviene utilizzare e al supporto sul quale vorremo, in questo caso, stampare il materiale.

Come per qualunque lavoro professionale, anche quello del grafico è un mestiere molto complesso che richiede molti anni di studio e tanta, tanta pratica!

Non basta avere a disposizione un computer e un programma di grafica (magari pure gratuito…).
Per fare il grafico ci vuole la giusta combinazione tra conoscenze tecniche e gusto grafico.

Quali sono le conoscenze tecniche che deve avere un bravo grafico?

Quando ci si affida ad un grafico c’è da sperare che conosca la differenza tra i vari metodi di colore per la stampa, che sappia come salvare un file con risoluzioni ed estensioni diverse a seconda dello scopo dell’elaborato grafico. Che sia in grado di fornire dei file correttamente impostati per non avere brutte sorprese poi in fase di stampa.

E se dopo aver stampato 2000 copie della brochure vi accorgete che il vostro bel slogan bianco su fondo nero non c’è più?! Avrete speso un bel po’ di soldi per nulla… e di chi sarà poi la colpa? Il fantomatico grafico vi dirà che nel file a video che vi ha mandato la scritta si vedeva.

Un grafico, inoltre, deve conoscere i vari formati di carta e sapere che esistono diverse grammature ed effetti particolari che si possono ottenere con la stampa, in modo che possa consigliarvi in modo ottimale.

Cosa si intende per gusto grafico?

Non è semplice gusto per il bello. Se lo fosse tutti potremmo essere dei grafici. Dopotutto, anche se il famoso detto dice che “non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace”, tutti sappiamo distinguere ad esempio una bella casa da un rudere, ma il grafico deve saper fare di più.
Il grafico deve essere in grado di scegliere il giusto font (tipo di carattere) i colori più idonei per quel determinato messaggio, individuare le forme più indicate, dare il corretto equilibrio agli elementi grafici che utilizzerà, usare i margini e le proporzioni in modo intelligente e con uno scopo.

Il gusto grafico del professionista sta nel saper trasmettere armonia in qualunque elaborato grafico.

Conoscenza e gusto
solo unendo questi due ingredienti sarà possibile ottenere del materiale da stampa di qualità.

Vuoi dare più gusto alla tua immagine aziendale?

Contattami: analizzeremo assieme la tua situazione per trovare la soluzione più gustosa!

CONTATTAMI ORA!
Share This