Informativa sui Cookie

+39 366 2745728 info@elytomasin.it

Si sente molto parlare di “web designer” ma in che cosa consiste davvero il lavoro del web designer?

Innanzitutto è bene chiarire il significato della parola “design”. Design non significa “disegnare”, come suggerirebbe l’assonanza con la parola italiana, bensì “progettare”.

Il web designer, pertanto, è la figura professionale che si occupa di progettare la parte di comunicazione visiva di un sito web.
Un sito web è composto da molti elementi strutturali ed ognuno di essi deve essere progettato in modo ottimale per raggiungere uno scopo ben definito.
Solitamente il web designer è anche il responsabile di tutta la parte grafica. È colui che si occupa di organizzare gli spazzi e di generare i layout per ogni pagina o sezione del sito.
Il web designer deve saper individuare la linea comunicativa adatta a seconda della tipologia di sito, di settore e di target (cioè il tipo di pubblico). In base ad essi, quindi, deve essere in grado di progettare e realizzare dei modelli grafici (= layout) in grado di catturare l’attenzione dell’utente, rendendo piacevole la navigazione e indirizzandolo verso le aree di maggior importanza. Ogni sito web deve risultare facile da navigare, deve essere responsive per adattarsi a qualunque dispositivo desktop, tablet e mobile.

Riassumendo: il web designer deve essere in grado di realizzare un prodotto bello e funzionale, che tenga conto della user experience (= esperienza utente) applicata in base alle tecnologie digitali a disposizione.

Le mansioni del web designer

Quali conoscenze deve avere il web designer?

Come visto sopra, il compito del web designer (serio) è tutt’altro che semplice perché deve saper coniugare aspetto grafico e competenze tecniche.

Linguaggi di programmazione

Nella fase di progettazione grafica è importante che conosca i linguaggi di programmazione. Non necessariamente sarà poi lui a realizzare il sito, completamente o in parte, però non è accettabile che un web designer sottovaluti l’importanza di conoscere le possibilità effettive che ogni tipo di programmazione permette di gestire.

Deve assolutamente sapere come si compone una pagina web: di quali elementi si avvale il codice HTML (= HyperText Markup Language), a cosa serve ognuno di essi e come possono essere personalizzati graficamente attraverso i fogli si stile CSS (= Cascading Style Sheets).

Ottimizzazione SEO onsite

Il web designer deve conoscere le basi della SEO (= Search Engine Optimisation) e come va applicata all’interno del sito, in modo da prevedere ed organizzare le pagine avendo cura di inserire gli ingombri per i dati indispensabili al posizionamento. Cosa inserire, dove e con quale preponderanza.

Grafica generale

Il web designer deve, ovviamente, conoscere i meccanismi di base su cui si fonda tutta la materia della grafica pubblicitaria. Deve aver cognizione dei diversi tipi di font e stili di carattere, sapere il significato intrinseco dei colori e come accostarli tra loro in modo efficace. Deve essere in grado di scegliere lo stile grafico adatto alla tipologia di cliente e di messaggio.

Grafica web

Naturalmente il web designer, come tale, deve essere a conoscenza delle differenze che esistono tra la grafica per la stampa e la grafica web. Già in fase di bozza è importante che sappia utilizzare i programmi più adatti per generare e salvare i file con le estensioni corrette per il web, utilizzando le giuste risoluzioni e dimensioni. In questo modo potrà facilitarsi il lavoro in fase di sviluppo oppure facilitare il lavoro dello sviluppatore che si occuperà di realizzare il sito web (ossia il Web developer).

Psicologia

Ebbene sì, il web designer dovrebbe anche aver presente le tecniche della psicologia della comunicazione e della pubblicità per essere in grado di realizzare un layout in grado di catturare l’attenzione dell’utente attraverso gli elementi grafici per il web.

Riassumendo: il web designer deve essere in grado di cogliere l’anima dell’azienda e trasformarla in immagini che facciano sentire a proprio agio l’utente specifico.

Come riconoscere un web designer affidabile?

Ora avete in mano un bel po’ di input per essere in grado di capire se vi state affidando ad un professionista o al cuggino di turno ma voglio aiutarvi ulteriormente, attraverso 3 punti per me fondamentali:

U
Il web designer prima di proporre una bozza grafica avrà bisogno di avere in mano un’analisi preliminare sulla vostra azienda o attività. Questa gli servirà per conoscere i vostri punti di forza, per sapere se esiste già una vostra brand identity, poter prevedere come si comportano i competitor e riuscire, quindi, ad individuare quale obiettivo dovrà avere il sito e come farvi emergere.
Il vero web designer vi proporrà sempre uno studio grafico personalizzato, su qualunque piattaforma poi sarà realizzato il progetto (come sito statico, su CMS open source o CMS proprietario). Analisi e conoscenze tecniche servono proprio a realizzare un progetto su misura!
M
Il web designer professionista non vi darà sempre per forza ragione. Può sembrare antipatico ma è corretto che vi avvisi di eventuali rischi. Se secondo lui una vostra richiesta non è da attuare dovrà argomentarvi le motivazioni per le quali la sconsiglia.

Ancora dubbi sulla figura del web designer?

Contattami: sarò lieta di parlane!

Share This